[REC] 4: Apocalypse”, il film

rec 4
Nel 2007, Paco Plaza e Jaume Balagueró persone potrebbero installare nuovo ” [REC]”, un film horror diretto da quattro mani che, oltre a dimostrare che in Spagna è conosciuto anche per fare un film horror, ha offerto una proposta narrativo e visivo inedito in Spagna, e di iniziare a utilizzare alcuni strumenti promozionali di mai visto prima nel nostro paese —come che il primo trailer, che vi abbiamo mostrato al pubblico terrorizzato a guardare il film con una telecamera per la visione notturna.Il progetto di Plaza e Balagueró termine di riferimento in una delle saghe più amate nel nostro paese. Sette anni più tardi e 3 i film dietro la schiena, che sono stati sostituiti in indirizzo, Balagueró dà il punto finale della saga con[REC 4]: Apocalypse”, con la quale, dicono, avremo qualche risposta.

La sinossi
[REC 4]: Apocalypse”, ci riporta a destra alla fine della trama del primo capitolo, in cui il giornalista Angela Vidal, l’unico sopravvissuto di una terribile infezione, e evacuato un edificio. Tuttavia, nonostante il fatto che la situazione sembra essere controllati, il caos torna a desastarse e il seme del male è rinato attraverso l’adozione di nuove e terribili forme.
Il direttore
La passione di Jaume Balagueró per il cinema del terrore arriva lungo. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione e il cinema presso il Centre d’estudis cinematogràfics de Catalunya, Jaume Balagueró fatto i suoi primi passi nel cinema con il cortometraggio “Alice”, vincitore del Festival di Sitges, nel 1994. Il suo secondo film, ‘Giorni senza luce”, di fondare le basi del suo stile e che avrebbe aperto le porte per girare il suo primo lungometraggio.

4 parti di orrore

4 parti rec
Così, nel 1999, fu ‘senza nome’, un film horror che ha recitato Emma Vilarasau, Karra Elejalde e Tristán Ulloa e venne pubblicato in Francia, Italia, Corea del Sud, o in Slovenia. Nel 2002, e abbiamo il sospetto che con la custom, Jaume Balagueró sarebbe unire le forze per la prima volta da Paco plaza del sindacato di co-diretto il falso documentario ‘OT: il film, che vede protagonisti i concorrenti della prima edizione di ‘operación Triunfo’. Quello stesso anno, Balaguero dovrebbe affrontare il progetto più ambizioso della sua carriera fino ad oggi: “Darkness”, girato ítegramente in inglese e con protagonista Fele Martinez, Anna Paquin e Lena Olin.

Fragile’, con grande ambizione, sarebbe il suo terzo lungometraggio da solo e ha debuttato nel 2005, e la stella di Calista Flockhart e Elena Anaya. Nel 2007, e di nuovo, insieme con Paco Plaza, dovrebbe iniziare la serie “[REC] ” e ha raggiunto la fama internazionale grazie a questa saga che continuerà nel 2009 con la[REC 2]’ e, ora, si conclude con[REC 4]: Apocalypse”. Tra, Balagueró, in onda nel 2010, molto interessante thriller psicologico ‘Mentre dormi’, che regarlaría tre grandi prestazioni: Luis Tosar, Marta Etura, Alberto San Juan.

Attori rec

attori
Il cast
In[REC 4]: Apocalypse’, da Jaume Balagueró e recupera Manuela Velasco, che è stato l’assoluto protagonista del primo capitolo della saga. È stato proprio questo film la sua grande ingresso nel mondo del cinema e che, anche se avevo già fatto qualche altro intervento, il cinema, da piccola ci avete il vostro piccolo ruolo in “la legge del desiderio” (Pedro Almodóvar, 1987) quando lei aveva solo 12 anni, non è stato fino al 2007, quando ha iniziato a reconocérsela come attrice per seguire nel nostro film.

Dopo qualche episodica serie e presentatore televisivo in programmi come ‘top 40′ o ’40 a 1, Canal +, con[REC] e’ arrivata la sua grande occasione, e vorrei ottenere il premio per la migliore attrice al Festival di Sitges e il Goya per la migliore attrice rivelazione. Nipote di Concha Velasco, Manuela ha continuato combinando il suo lavoro nel film che abbiamo visto anche[REC 2]’ o ‘Amici di…’ (Marcos Cabota e Borja Manso, 2011)— con il teatro e la televisione. Senza andare più lontano, è uno dei protagonisti della serie di successo ‘Velvet’ in onda su Antena 3.

Insieme con Manuela Velasco, il cast di attori che siamo abituati a vedere in ruoli secondari. Così, abbiamo raggiunto il sempre sobrio Héctor Colomé, che abbiamo visto negli ultimi anni, nel film di Daniel Sánchez Arévalo; con Mariano Venancio, il cui ultimo lavoro è stato caratterizzato in ‘Modo’ di Javier Fesser nel 2008; Stringere il Teste, che ha debuttato nel cinema nel 1998 con ‘Quartiere’ di Fernando León de Aranoa o Paco Manzanedo, meglio conosciuto per il suo lavoro come un bambino in varie serie televisive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *